Appartamenti a San Vito Lo Capo – info@hotelventodelsud.it – Tel: (+39) 389 5099722

standard-title Segesta

Segesta

IL mistero degli ELIMI:SEGESTA
Segesta è situato in una splendida cornice fatta di dolci colline e campi con infinite tonalità di verde.
Il Parco archeologico è dominato dal maestoso tempio dorico e dal teatro, ma pure interessantissima è la visita degli scavi recenti che hanno portato alla luce la Segesta medievale, nominata allora Calatabarbaro.
L’antica Segesta come Erice, Entella ed altri siti fu fondata dagli Elimi attorno alla fine del 1° millennio a. C., una data più certa manca come è anche incerta la provenienza di questa gente, anche se l’ipotesi di una origine anatolica si fa sempre più strada. Città influente sul piano politico internazionale del V s.a.C. conosce una serie di devastazioni e rioccupazioni fino al XV secolo.
Si visita il Tempio costruito in stile dorico su un poggio fuori dalla città murata attorno al 420 a. C., che si è conservato quasi integro con le sue 36 colonne in travertino.
La sua costruzione non venne mai portata a termine per cui le colonne sono prive di scanalature e della cella all’interno del tempio manca oggi quasi ogni traccia. Probabilmente non venne neanche mai consacrato ad alcuna divinità  e rimase solitario, immerso in uno splendido paesaggio.
Con un bus navetta si sale fino in cima del Monte Barbaro, alto 430 m ca., attorno al quale si espandeva l’antica città. Dal Teatro costruito nel II s.a.C. in periodo ellenistico ma sotto la dominazione romana si gode di un panorama unico sul Golfo di Castellammare. I suoi gradini non sono scavati nella roccia ma ci poggiano soltanto e in estate accolgono tuttora  gli spettatori che assistono ai vari eventi culturali. Nell’area del Castello si visitano i resti dell’unica Moschea medievale rinvenuta fino ad oggi  in Sicilia, il Castello costruito probabilmente da un signore cristiano alla fine del XII secolo. I resti della piccola Chiesa risalgono al 1442 quando venne costruita come Eremo.
Lungo la strada di ritorno si possono visitare gli scavi di abitazioni medievali ed antiche e una casa rupestre, scavata nella roccia dagli elimi.
Interessanti sono anche i resti di fortificazioni del V s.a.C. portati alla luce a valle dove si trovava uno degli antichi accessi alla città di Segesta.

Itinerari

Loading…